X
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
testata banner.jpg

Diritti del Cittadino

07/06/2011 : 12:45

DIRITTO DI VOTO

Tutti i cittadini italiani residenti nel Comune che hanno compiuto il 18° anno d’età sono iscritti nelle liste elettorali. Sono equiparati ai cittadini italiani i cittadini dell’Unione Europea, i quali possono quindi partecipare alle elezioni dei consigli comunali, sia come elettori sia come candidati. La candidatura alla carica di Sindaco è invece riservata ai soli cittadini italiani. I cittadini residenti dell’Unione Europea, possono iscriversi direttamente nella lista elettorale aggiunta recandosi con un documento d’identità valido.
Per la registrazione occorre compilare un modulo d’iscrizione dichiarando: la cittadinanza, l’attuale residenza, l’indirizzo nel proprio paese d’origine. Se cittadini non residenti dell’Unione Europea, devono, prima dell’iscrizione nella lista aggiunta, richiedere la residenza anagrafica, presentando il passaporto ed il permesso di soggiorno in corso di validità.
Per la candidatura a consigliere comunale i cittadini dell’Unione Europea devono produrre al momento della consegna della lista dei candidati, oltre alla documentazione richiesta per i cittadini italiani, una dichiarazione contenente l’indicazione della cittadinanza, dell’attuale residenza e l’indirizzo nello Stato di origine nonché un attestato , con data non anteriore a tre mesi, rilasciato dall’autorità amministrativa competente dello Stato d’origine, dal quale risulti che non siano decaduti dal diritto di eleggibilità; è necessario inoltre che siano iscritti nelle liste elettorali aggiunta del comune di residenza.

DOVE RIVOLGERSI: Ufficio Elettorale in Corso B. Buozzi, 17 Tel. 0761.590309


DIRITTO D’ACCESSO

Ogni cittadino, singolo od associato, titolare di un interesse legittimo può richiedere l’accesso agli atti amministrativi del Comune che lo riguardino, mediante visione diretta o estrazione di copia, con il pagamento dei soli diritti di riproduzione e segreteria. Possono essere esclusi da tale diritto solo i documenti riservati, per legge o per effetto di una temporanea e motivata dichiarazione del Sindaco, la cui conoscenza sia pregiudizievole per la riservatezza delle persone, dei gruppi e delle imprese.

DOVE RIVOLGERSI: presso l’Ufficio Relazioni con il Pubblico in Via SS. Giovanni e Marciano, n. 4 Tel. 0761.590403 Fax 0761.517253


DIRITTO DI PARTECIPAZIONE


Tutti gli appartenenti alla comunità cittadina hanno il diritto di partecipazione alla vita politica, di vedere esaminate le proprie richieste e di trovare una risposta ai bisogni, avvalendosi dei seguenti strumenti:

PETIZIONI POPOLARI
Tutti i cittadini in forma singola o collettiva possono rivolgersi agli organi dell’Amministrazione Comunale per sollecitarne l’intervento su questioni d’interesse generale o per esporre comuni necessità. Occorre che la petizione sia sottoscritta da almeno 200 elettori. In tal modo la stessa sarà obbligatoriamente esaminata dall’organo competente e sarà comunicata ai Capigruppo del Consiglio Comunale per la valutazione.

INTERROGAZIONI
I cittadini in forma singola o associata possono rivolgere interrogazioni al Sindaco per chiedere le ragioni su specifici aspetti dell’attività dell’Amministrazione. Le stesse troveranno risposta entro 60 giorni.

PROPOSTE
I cittadini, in numero non inferiore a 200, possono avanzare proposte al Sindaco per l’adozione d’atti amministrativi. In tal modo si può giungere alla stipulazione di accordi al fine della determinazione del contenuto del provvedimento finale per il quale è stata promossa l’iniziativa popolare.

REFERENDUM COMUNALI
Possono essere indetti referendum con i quali si può chiamare l’elettorato comunale ad esprimersi su questioni relative alle materie di competenza locale previste dalla legge. I promotori, in numero non inferiore a 20, ricevuto il giudizio di ammissibilità del referendum, possono raccogliere nei 90 giorni successivi le firme autenticate di almeno il 10 % dei cittadini iscritti nelle liste elettorali del Comune alla data del 1 Gennaio dell’anno di richiesta, e inoltrarle, insieme all’istanza contenente il requisito referendario, al Segretario Comunale. Accertata la regolarità del procedimento il Sindaco fisserà la data per la consultazione nel primo periodo utile.

DOVE RIVOLGERSI: presso l’Ufficio Relazioni con il pubblico in Via SS. Giovanni e Marciano, n. 4 - Tel. 0761.590403 Fax 0761.517253

PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE

 

Ultimo aggiornamento: 05/09/2014 - 12:16
labelcentrale committenza1.jpg
labelsuap.jpg
sportello professionisti
sportelle SUE
piano emergenza comunale.jpg
label consiglio
labelincomune.jpg
tourism
labelservizisociali.jpg
servizio civile
label porta a porta
adotta un cane
farmacie
labelcimitero.jpg
'
INFORMAZIONI UTILI: Comune di Civita Castellana - Piazza G. Matteotti 3 - 01033 Civita Castellana (VT) - P.IVA 00065540569 - Centralino 0761/5901 - PEC: comune.civitacastellana@legalmail.it -
[tmp: 0,42]