Sostegno alla realizzazione d’investimenti per l’ammodernamento delle macchine agricole

Dettagli della notizia

La Misura attiva un sostegno per l’ammodernamento dei macchinari agricoli, con l’obiettivo di ridurre l’utilizzo dei prodotti fitosanitari ed ottimizzare l’utilizzo dei fertilizzanti, per migliorare la sostenibilità dei processi produttivi...

Data:

11 Gennaio 2024

Tempo di lettura:

Descrizione

Aperto

PNRR

Missione 2 “Rivoluzione verde e transizione ecologica”

Componente 1 “Agricoltura sostenibile ed economia circolare”

Investimento 2.3. “Innovazione e Meccanizzazione nel Settore Agricolo e Alimentare” Sottomisura “Ammodernamento macchine agricole.”

Atto di riferimento: Determinazione n. G17480 del 27/12/2023

Dotazione dell’avviso: € 23.470.293,12

Finalità

La Misura attiva un sostegno per l’ammodernamento dei macchinari agricoli, con l’obiettivo di ridurre l’utilizzo dei prodotti fitosanitari ed ottimizzare l’utilizzo dei fertilizzanti, per migliorare la sostenibilità dei processi produttivi e proteggere l’ambiente nonché per ottimizzare la resa e minimizzare l’uso di risorse idriche.
Il Bando pubblico è coerente ai principi ed agli obiettivi fissati dal regolamento UE 2021/241 del Parlamento europeo e del Consiglio del 12 febbraio 2021 – nel quadro del regime di aiuti SA. 109572, richiama integralmente l’accordo c.d. Operational Arrangement (Ref. Ares (2021)7947180- 22/12/2021) siglato tra la Commissione europea e lo Stato italiano il 22 dicembre 2021, e in
particolare gli allegati I e II, i target M2C1-7 e M2C1-8 e il relativo meccanismo di verifica;

  • è conforme e coerente con il decreto MASAF n. 413219 del 08/08/2023 e con il decreto M.A.S.A.F. n. 53263 del 02/02/2023; Il bando garantisce che la realizzazione degli investimenti avvenga nel rispetto dei principi e degli obblighi specifici del PNRR ed in particolare al principio “non arrecare un danno significativo” (DNSH) ai sensi dell’articolo 17 del Regolamento (UE) 2020/852), del Tagging per il sostegno climatico, ambientale e digitale e, ove applicabili, dei principi trasversali del PNRR, tra cui i principi della parità di genere (“Gender Equality”) in relazione agli articoli 2, 3, paragrafo 3, del TUE, 8, 10, 19 e 157 del TFUE, e 21 e 23 della Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea, della protezione e valorizzazione dei giovani e del superamento dei divari territoriali; il bando garantisce inoltre, il rispetto del principio di sana gestione finanziaria secondo quanto disciplinato nel Regolamento finanziario (UE, EURATOM) 2018/1046 e nell’articolo 22 del Regolamento (UE) 2021/241, in particolare in materia di prevenzione dei conflitti di interessi, delle frodi, della corruzione e di recupero e restituzione dei fondi che sono stati indebitamente assegnati nonché l’assenza del c.d. doppio finanziamento ai sensi dell’art. 9 dello stesso Regolamento (UE) 2021/241, come indicato alla Sezione XIV dell’Allegato I del decreto MASAF n. 413219 del 08/08/2023.BeneficiariPossono presentare domanda:
  • le imprese agro-meccaniche;
  • le micro, piccole medie imprese agricole e le loro cooperative e associazioni, così come definite all’allegato I del Regolamento (UE) 2022/2472.
    Sono escluse dagli aiuti:
    a) le grandi imprese;
    b) le imprese destinatarie di ordini di recupero pendenti a seguito di una precedente decisione della Commissione che dichiara gli aiuti illegittimi e incompatibili con il mercato interno;
    c) le imprese in difficoltà, di cui all’articolo 2, punto (59) del Regolamento (UE) 2022/2472.Progetti ammessiI progetti ammissibili riguardano l’ammodernamento del parco macchine agricole, oltre agli investimenti nei sistemi di agricoltura di precisione per l’efficientamento della produzione agricola, e nei sistemi di gestione intelligente dell’irrigazione per minimizzare l’uso delle risorse idriche.
    I progetti ammissibili devono garantire il rispetto del principio “non arrecare un danno significativo” (DNSH), di cui all’articolo 17 del Regolamento (UE) 2020/852 e alle schede di cui alla circolare RGS n. 32/2021, per quanto applicabili agli investimenti finanziati con la presente sottomisura.
    Gli interventi eseguiti non potranno comportare un peggioramento delle condizioni ambientali e delle risorse naturali, e dovranno essere conformi alle norme nazionali e unionali in materia di tutela ambientale.
    Gli aiuti agli investimenti nelle aziende agricole e loro cooperative e associazioni sono conformi a quanto previsto all’ articolo 14, del Regolamento (UE) 2022/2472.
    Sono considerati ammissibili, in conformità alle previsioni del PNRR, le seguenti spese, come meglio dettagliate nell’Allegato I al Decreto MASAF n. 413219 del 08/08/2023 e nell’art. 4.1 del Bando pubblico:
    a) Supporto all’investimento in macchine e attrezzature per l’agricoltura di precisione;
    b) Sostituzione di veicoli fuoristrada per agricoltura e zootecnia;
    c) Supporto all’investimento per l’innovazione dei sistemi di irrigazione e gestione delle acque.

    Elementi di premialità

    I criteri per la selezione dei progetti, coerenti con i principi di cui all’articolo 8 del DM n. 413219 del 08/08/2023, sono i seguenti:
    a) riduzione dell’uso dei prodotti fitosanitari e fertilizzanti (peso su totale max 10%);
    b) uso sostenibile della risorsa idrica (peso su totale max 23%);
    c) macchine e attrezzature dedicate al settore zootecnico (peso su totale max 13%);
    d) sostituzione di veicoli fuoristrada per agricoltura e zootecnia (peso su totale max 10%);
    e) aziende che aderiscono a sistemi di qualità riconosciuta (Aziende che producono secondo il metodo di produzione biologica, Aziende con allevamenti condotti secondo il metodo di produzione biologica, Aziende con produzioni DOP/IGP/STG, Sistemi di Qualità Nazionale
    di Produzione Integrata -SQNPI, Sistema Qualità Nazionale Benessere Animale -SQNBApeso su totale max 28%);
    f) possesso, da parte dei beneficiari, di almeno una certificazioni/attestazioni ambientali e/o energetiche e/o di processo e di prodotto (peso su totale max 10%);
    g) adesione tramite registrazione al sistema Classyfarm (peso su totale max 6%)

    Spese ammissibili

    a) Sostituzione/acquisto macchine e attrezzature per l’agricoltura di precisione, sostituzione di veicoli fuoristrada per agricoltura e zootecnia, investimenti per l’innovazione dei sistemi di irrigazione e gestione delle acque;
    b) spese immateriali quali: acquisizione programmi informatici, acquisizione di brevetti/licenze;
    c) spese generali, connesse alle spese di cui alla lettera a), come onorari di consulenti, compensi per consulenze in materia di sostenibilità ambientale ed economica entro il limite del 5% del costo totale dell’investimento ritenuto ammissibile.

    Agevolazioni previste

    Il sostegno pubblico è concesso nella forma di contributo in conto capitale.
    L’aliquota di contributo pubblico non può superare il 55% dei costi ammissibili, elevabile fino ad un massimo del 70% per gli investimenti realizzati da giovani agricoltori.
    La spesa massima sulla quale calcolare l’aliquota di contributo ammissibile è pari:
    d) ad euro 35.000,00 per gli investimenti di cui ai punti a) e c), delle tipologie di intervento descritte all’art. 4.1 del bando;
    e) a euro 70.000,00 per gli investimenti previsti al punto b) dell’art. 4.1 del bando.

    Modalità di presentazione delle domande

    La presentazione delle domande di aiuto deve avvenire entro il 31 marzo 2024.
    Le domande di sostegno possono essere presentare esclusivamente tramite il portale del Sistema Informativo Agricolo Nazionale (SIAN) al seguente indirizzo: http://www.sian.it, a totale carico e cura del beneficiario o suo delegato, secondo le modalità stabilite nel Bando – Articolo 8 “Modalità e termini per la presentazione della domanda di sostegno ”. Prima della presentazione della domanda di sostegno, il richiedente deve costituire o aggiornare il Fascicolo unico aziendale. I soggetti interessati possono presentare la domanda direttamente o avvalersi, previa delega, dei Centri di Assistenza Agricola (CAA) e dei professionisti di adeguata qualifica professionale, abilitati all’esercizio della professione, ed iscritti al relativo ordine o collegio professionale, nei limiti delle competenze previste nei relativi ordini o collegi professionali. La domanda dovrà essere compilata in tutte le sue parti dovrà essere sottoscritta dal richiedente con firma elettronica avanzata tramite OTP (One Time Password), utilizzando la procedura informatizzata predisposta dal SIAN. Il soggetto richiedente dovrà quindi preventivamente abilitarsi alla ricezione dell’OTP utilizzando l’apposita procedura informatizzata riportata nel manuale utente consultabile sul sito www.lazioeuropa.it nella sezione “Modalità di presentazione della domanda”.

  • CONTATTI

Ada decentrata Viterbo- Piazza Luigi Concetti, 3- 01100 Viterbo (VT)
TELEFONO: 0761.298602
PEC: ADAVITERBO@REGIONE.LAZIO.LEGALMAIL.IT

A cura di

Questa pagina è gestita da

UFFICIO UMA

Rilascia le concessioni di agevolazioni fiscali U.M.A. (procedimento volto all'assegnazione di quote di carburante acquistabile in regime di agevolazioni fiscali da utilizzare nei lavori agricoli, orticoli, in allevamento, nella silvicoltura, piscicoltura e nella florovivaistica), nonché rilascia il libretto di assegnazione di gasolio per controllo e verifica dei consumi. Cura e controlla l'iscrizione/cancellazione dell'azienda agricola individuale e/o società in conto proprio e/o conto terzi, rilascia l’attestazione di iscrizione macchina agricola, riceve la Comunicazione produzione e utilizzo degli effluenti di allevamento e delle acque reflue provenienti dalle aziende agricole. Attività dell'Ufficio Cura dell'istruttoria U.M.A. (Utente Motore Agricolo); Verifica dello status di Utente di Motore Agricolo per usufruire delle agevolazioni fiscali per il gasolio impiegato nei lavori agricoli, orticoli, in allevamento, nella silvicoltura e piscicoltura e nella florovivaistica in base al Decreto Ministeriale n. 454 del 14.12.2001 e s.m.i.; Cura dell'iscrizione dell'azienda agricola individuale e/o società in conto proprio e/o conto terzi; Controllo della cancellazione dell'azienda agricola sia individuale e/o società in conto proprio e/o conto terzi Rilascio del libretto di assegnazione di gasolio per lavori agricoli, orticoli, in allevamento, nella silvicoltura e piscicoltura e nella florovivaistica; Rilascio dell'attestazione di iscrizione di macchina agricola per la Motorizzazione Civile di Viterbo; Rilascio dell'attestazione di scarico di macchine agricole per la Motorizzazione Civile di Viterbo; Trasmissione bimestrale, alla Guardia di Finanza Comando Nucleo Polizia Economico e Finanziario di Viterbo, Ufficio delle Dogane di Viterbo; Controllo delle aziende agricole in collaborazione con la Regione Lazio, la Guardia di Finanza Comando Nucleo Polizia Economico e Finanziario di Viterbo e Ufficio delle Dogane di Viterbo; Attività di cui all’art. 112 del D.lgs. 152/2006 (produzione e utilizzo reflui zootecnici) attraverso comunicazioni di produzione ed utilizzo degli effluenti di allevamento e delle acque reflue provenienti dalle aziende agricole.

Ultimo aggiornamento: 11/01/2024, 14:06

Skip to content